Vilei: Consiglieri comunali come i “furbetti del cartellino”

LECCE- “L’atteggiamento dei consiglieri comunali a Palazzo Carafa durante le commissioni è paragonabile a quello dei furbetti del cartellino”. Così Emanuele Vilei, a nome del Comitato Popolare Leccese, dopo aver assistito ai lavori che si svolgono nelle varie commissioni, denuncia l’assenteismo di gran parte dei consiglieri che vi partecipano.

Giungono con 15 o 20 minuti di ritardo, firmano la presenza e senza attendere la verifica del numero legale di validità della riunione, scendono a prendere il caffè al bar del comune-dice- alcuni rientrano mentre altri continuano l’assenza girando nei vari uffici“. Il richiamo all’ordine poi conclude con un invito: “sarebbero opportuni interventi mirati -scrive Vilei- per porre fine a tali atteggiamenti irrispettosi“.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*