Violenza contro la moglie davanti alla scuola dei figli: arrestato 50enne

COPERTINO-Nonostante da due mesi pendesse su di lui l’obbligo di non avvicinarsi a lei, l’ha seguita fino alla scuola dove la ex moglie aveva appena accompagnato i figli. L’ha aspettata a bordo della sua auto, poi, quando ha visto che la donna ha aperto lo sportello della propria vettura si è avvicinato e l’ha minacciata: “ti ammazzo”, le ha detto, apostrofandola con gesti e parole pesanti. Spaventata, lei è scappata via, cercando aiuto tra chi era lì fuori dai cancelli dell’istituto scolastico. Lui, nel frattempo, ha afferrato la borsa della ex consorte ed è scappato via. Una mattinata cupa quella di Copertino, in grado di far toccare con mano quanto sia fondamentale accendere i riflettori su questo tema, a pochi ore dalla giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

L’uomo, un 50enne, è stato inseguito dai Carabinieri della stazione di Copertino, che sono riusciti a fermarlo poco dopo, intorno alle 9, sulla strada per Sant’Isidoro. Lo hanno trovato con la borsa ancora in macchina. Aveva sottratto il portafogli con 45 euro. È stato tratto in arresto per rapina e per la violazione dell’ordine emesso dal pubblico ministero. Il 20 settembre scorso, infatti, contro di lui era stato emesso un provvedimento pre-restrittivo, che prevedeva il divieto di avvicinamento nei luoghi frequentati dalla moglie e l’obbligo di allontanamento dall’abitazione. Questo perché a lui è stata contestata una pregressa sfilza di violenze e stalking.

Attualmente è ai domiciliari in un’abitazione di Sant’Isidoro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*