Lecce2017, Gabellone: prima delle rose decidiamo impostazione e criteri. F.I. ci dicessero i nomi

LECCE- Il tavolo del centrodestra convocato dopo vari rinvii dovrebbe partorire le rose ufficiali dei papabili alla candidatura per la successione di Perrone. Alcun direttivo dei Cor ha definito i nomi, Gabellone non ha convocato il direttivo del partito ma avviato delle interlocuzioni interne che continuerà nelle prossime ore. Dai berlusconiani l’interrogativo sul perché non sia stata fatta la riunione del partito fittiano per la definizione delle loro proposte come annunciato giorni fa dallo stesso segretario provinciale. Per Vitali i Conservatori e Riformisti si dovranno organizzare come ha fatto Forza Italia.
Gabellone non risponde direttamente ma precisa che l’incontro non dovrà sancire frettolosamente dei nomi ma si dovrà aprire un ragionamento per stabilire i criteri attraverso i quali procedere: dall’autorevolezza dei nomi in campo, al loro possibile consenso senza tralasciare l’ipotesi che possano essere soggetti interni od esterni ai partiti, insomma valutiamo un’impostazione e, come dire, al tavolo decidiamo bene il percorso ma, innanzitutto, attendiamo l’esito del referendum. Per Paolo Pagliaro, dell’Ufficio di Presidenza di Forza Italia, forse sarebbe meglio avere il coraggio di affermarlo apertamente ed evitare tavoli inutilmente interlocutori che sanno di teatrino della politica non più accettato dai cittadini.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*