“La politica è una missione, non un affare”, parola di baby sindaci

LECCE- Fascia tricolore al collo e fierezza negli occhi, siedono davanti alle autorità e raccontano la propria esperienza da primi cittadini junior. Si tratta dell’ottavo raduno Provinciale dei Consigli Comunali dei giovani, celebrato in concomitanza con il 27esimo anniversario della firma della Convenzione ONU proprio sui Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza.

Accompagnati dai sindaci senior e dai dirigenti scolastici, raccontano le attività svolte in seno ai consigli comunali e di quella politica che agli occhi di ogni buon fanciullino è una vera missione, senza macchia nè paura ma con tanto impegno e soddisfazione.Ricevono riconoscimenti per le attività svolte, come quello “città amica dei bambini” consegnato dal Presidente provinciale unicef Giovanna Perrella per le attività sociali e solidali svolte nel proprio territorio.

Chiedono il riconoscimento della città onoraria a bambini e adolescenti accolti in questa terra e affrontano temi attuali come l’emergenza rifiuti e la sicurezza. “78 comuni seduti intorno allo stesso tavolo, occasione preziosa -afferma il Prefetto Palomba- per ascoltare le proposte dei protagonisti del futuro”.

I valori che sfuggono nella quotidianità – fa eco il Presidente alla Provincia Gabellone- sono un patrimonio prezioso da trasmettere alle guiovani generazioni. Abbiamo il grande compito  -conclude- di rappresentare ai loro occhi il buon esempio”. Carta bianca alla loro fantasia dunque: a fare scuola di buona politica, per un giorno, ci pensano loro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*