Al Vito Fazzi impiantata la prima protesi di femore “fatta su misura”

LECCE- Impiantata per la prima volta nel reparto di Ortopedia dell’Ospedale “Vito Fazzi” una protesi di femore “fatta su misura” grazie alla bioingegneria. Ad eseguire l’operazione, l’équipe del dott. Giuseppe Rollo.

Si tratta di un intervento di straordinaria rilevanza per Lecce e la Puglia. L’eccezionalità sta nel connubio vincente tra tecnica chirurgica e nuove tecnologie applicate alla Sanità. «Abbiamo impiantato – spiega il dott. Rollo – un impianto di protesi di femore “custom made”. Un’operazione delicata, trattandosi di una paziente di circa 70 anni, ma che è riuscita perfettamente. Si trattava, infatti, di una re-revisione, quindi dell’impianto su una precedente protesi che però aveva usurato in modo importante la componente acetabolare, provocando una grossa perdita di sostanza».

Ora con il nuovo intervento, invece, la paziente potrà tornare a recuperare quei movimenti dell’arto che sembravano compromessi. Tutto questo grazie alla sua protesi nuova, disegnatale addosso come fosse un abito su misura. «Un impianto eccezionale – conclude il dott. Rollo – realizzato da un’azienda specializzata, capace di rispondere in pieno alla domanda di buona ed efficiente Sanità della Direzione strategica di Asl Lecce, senza il cui sostegno e approvazione non sarebbe stato possibile fare questo bel passo avanti per la Medicina del Salento».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*