50 anni fa ha segnato l’inizio dell’era 2.0: il padre del primo pc ospite a Lecce

LECCE- È il padre del primo personal computer della storia e perché no potrebbe essere simpaticamente ribattezzato il nonno della Playstation. Ospite d’ onore a Lecce, nell’ istituto olivetti, l’ ingegnere Gastone Garziera progettista con un’ equipe di quello che fu ribattezzato il programma 101, quell’ invenzione che 50 anni fa avrebbe segnato il passaggio ad una nuova era  2.0 . In alternativa alla tradizionale macchina meccanica e ai grossi calcolatori nacque così il primo dispositivo capace di effettuare calcoli rapidamente, gli stessi che avrebbero poi consentito il primo viaggio tra le stelle direzione luna.
Una macchina dell’ epoca considerata micro e che la Nasa non si lasció scappare acquistandone ben 42.  Sviluppata dalla ditta italiana Olivetti negli anni 60 quello che la geniale invenzione avrebbe rappresentato fu intuito si, ma solo lontanamente.  Con semplicità e un pizzico d’ orgoglio l’ ingegnere racconta della possibilità anzi tempore persino di fare un gioco, con i numeri si intende. Idea questa nata per sfatare la convinzione degli scettici che urlavano alla” diabolica invenzione”, una rete logica che trasformava la fantasia in realtà. Cosa ne avrebbero fatto le generazioni future non è questione di viaggio nella macchina del tempo, ma puro Buon senso, variabile che però sfugge anche al calcolo più meticoloso

Quella che un tempo fu la rivoluzione per eccellenza si mostra così in tutto il suo antico splendore. E quasi verrebbe voglia di andare a spasso a ritroso negli anni per tornare a stupirsi di quel poco, per così dire, che basta e che nella sua semplicità esercita un fascino immortale.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*