Discarica sulla complanare Lecce-Maglie: pronti 61.400 euro per la bonifica

LECCE-  Mercoledì vi abbiamo mostrato lo scempio ambientale, la bomba ecologica all’ingresso di Lecce, lungo la complanare della Statale 16 Lecce-Maglie.  L’assessore all’Ambiente annuncia di aver appena ottenuto dalla giunta comunale i soldi per la pulizia e la bonifica. 61.475 euro che serviranno per mettere fine a una situazione che è questa da anni.

Qui ci sono due impianti di sorveglianza, per un totale di quattro occhi elettronici installati dal Comune di Lecce proprio per il monitoraggio ambientale. Eppure, per almeno due chilometri, lo scenario è questo. Rifiuti domestici e, perlopiù, speciali. materiali di risulta, vernici, fili elettrici, sanitari, lavatrici e frigoriferi, mobili, indumenti, plastica, vetro, copertoni, materassi. E, immancabile, l’amianto. Quel che è più grave è che sulle montagne di rifiuti, ormai sono spuntati erba e fiori. Il verde e i petali colorati stridono con quanto c’è tutt’intorno e nascosto sotto.

In più punti, poi, i rifiuti sono stati incendiati e l’odore acre di materiale bruciato è molto intenso. Il sistema di videosorveglianza è stato installato dal Comune perché già a conoscenza del fatto che questa strada sia uno dei luoghi preferiti per lo scarico abusivo di rifiuti di ogni tipo, da tantissimo tempo. Un intervento di pulizia lo volle già l’allora giunta Poli Bortone. L’assessore Andrea Guido se ne sta interessando da tempo e ora, con una delibera dei giorni scorsi, finalmente si può dare il via alla bonifica e al ripristino dello stato dei luoghi.

Si dovranno usare dei particolari macchinari e procedure, data la presenza di amianto, dunque si procederà alla recinzione dell’area, alla messa in sicurezza, alla selezione dei materiali, allo smaltimento, nonché alle analisi chimiche e alla disinfestazione dell’area. Le telecamere, installate a luglio, hanno già qualcosa da mostrare, che è al vaglio dell’assessorato e dei vigili urbani.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*