Dossier migranti 2015: l’accoglienza accresce la popolazione del + 4,2%

SALENTO- Nel 2015 in Puglia e Salento, rispetto all’anno precedente, il numero di stranieri residenti è aumentato del 4,2%, in un Sud che raggiunge il 5,1% di media e in un’Italia ferma allo 0,2%. E’ quanto emerge dal dossier statistico Idos sull’immigrazione, presentato questo giovedì mattina.

Secondo le variazioni percentuali dei residenti stranieri rispetto al 2014, “nelle province maggiormente interessate dagli sbarchi e dalle relative conseguenze (Lecce e Taranto) l’aumento è rispettivamente pari all’8,3% e al 5,7%”. La provincia dove l’incidenza degli stranieri sui residenti risulta “più marcata” è però quella di Foggia (4,3%).

Secondo lo studio, “non sono certo i nuovi nati a provocare l’aumento generale dei residenti stranieri in Puglia”. A livello regionale le cittadinanze prevalenti sono in ordine di peso percentuale Romania, Albania e Marocco.Tra i residenti stranieri prevalgono soggetti che oscillano dai 30 ai 44 anni , mentre un’alta percentuale di minori si concentra nella provincia di Bari.

La popolazione femminile risulta quella più anziana e, dai 45 anni in su, arriva a superare il 60% della popolazione straniera. Nella provincia di Lecce, per esempio, “le donne di età compresa tra i 45 e i 64 anni ricoprono più della metà degli stranieri appartenenti a quella fascia di età”.

“Significativi” anche i dati riferiti alle “acquisizioni di cittadinanza e al loro aumento nel corso del 2015: nella provincia di Bari sono state 1.029, ossia il 47,8% del totale regionale; mentre in tutte le altre province, si oscilla tra le 113 di Barletta Andria Trani (Bat) e le 310 di Lecce”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*