Il Prefetto ritira la patente per 15 mesi: mancano le prove, il giudice la restituisce

LECCE- Non ci sono prove sufficienti, nonostante l’accertamento con l’alcoltest da parte dei carabinieri della compagnia di Maglie. E così il Giudice di Pace di Lecce restituisce la patente che il prefetto aveva ritirato per 15 mesi.
La motivazione: in giudizio non si è costituito l’organo accertatore, appunto il prefetto, nonostante la regolare notifica degli atti. Per il Giudice di Pace Giuseppe Paparella, “l’omessa produzione degli accertamenti effettuati inibisce la conferma dell’ordinanza di sospensione”. Questo perché soprattutto è mancato il preliminare accertamento dell’apparecchio con cui è stato rilevato lo stato di ebbrezza. 

La sentenza è del 18 ottobre scorso e ha accolto le tesi della difesa, vale a dire dei legali Alfredo Matranga e Andrea Gatto.   La Prefettura è stata anche condannata al pagamento delle spese legali.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*