Il Sap torna a chiedere una nuova questura

LECCE- Un confronto sulla situazione sicurezza in provincia e su tematiche riguardanti la logistica, il personale ed i mezzi della polizia, tra il Sap il questore ed il vice questore della città di Lecce.

L’organizzazione sindacale ha dato merito dell’impegno “e la determinazione dimostrata fin da subito nella risoluzione dell’emergenza logistica e strutturale dello stabile della questura” ed ora sollecita il questore “ a persistere per giungere alla concretizzazione degli sforzi profusi nella realizzazione della nuova questura” “L’edificio – ha sottolineato il sindacato autonomo di polizia – è in condizioni precarie da tempo immemorabile; l’ultimo piano dove erano ubicati gli alloggi è inaccessibile da anni per cedimenti di solai e la ristrutturazione, mai avvenuta non ha possibilità di inizio lavori per assenza di fondi dalla provincia; il secondo piano caratterizzato da improvvisi crolli di solaio che solo per fortuna non hanno procurato danni al personale; il piano seminterrato con locali a dir poco insalubri”.

Tra gli argomenti affrontati anche il problema immigrazione. Il questore ha garantito che provvederà al potenziamento con risorse umane della divisione immigrazione, ed al controllo del flusso di persone nelle giornate di affluenza eccezionale.

Il Sap ha rilevato,  infine,  la cronica carenza di personale e la necessità di rinnovare il parco automezzi a Lecce e nei commissariati distaccati. Il dottor D’angelo ha assicurato l’imminente arrivo di nuove auto ache per gli uffici periferici.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*