La lite e poi la caduta fatale: morta 68enne. Indagato il figlio

BRINDISI- Una emorragia cerebrale conseguente a un trauma cranico dovuto a una caduta: è quanto confermato dall’autopsia sul corpo di Rosa Bove, la donna di 68 anni morta giovedì scorso nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Perrino di Brindisi. Secondo la procura di Brindisi, che indaga per omicidio preterintenzionale, sarebbe stato uno dei due figli della donna a darle uno schiaffo durante una lite, provocando la caduta e in conseguenza anche la morte. A quanto emerso in base al racconto fatto ai medici dal figlio stesso, la pensionata avrebbe sbattuto violentemente la testa contro il letto nel corso della discussione avuta con il figlio che sarebbe poi andato via. A chiedere l’intervento del 118, il fratello che era rimasto in casa, una volta che la donna aveva accusato un malore.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*