Da Telerama a Striscia, i percorsi “spazzaturistici” del nord Salento. Si annunciano esposti in Procura

SALENTO-Un tour tra i percorsi cicloturistici del Nord Salento invasi dalla spazzatura: Telerama è partito dalla Lecce-San Cataldo (Via Cantù) che abbiamo ribattezzato, per ovvi motivi, come “percorso siringoturistico”.

Seconda tappa poi la Trepuzzi-Squinzano dove, nella zona sotto la giurisdizione dell’amministrazione squinzanese, ancora immondizia e interi sacchi di aiuti umanitari, integri e neanche in prossima scadenza. Mercoledì poi, a pochi chilometri di distanza, questa volta sulla Trepuzzi-Novoli, arriva Striscia la Notizia a mostrare le immagini di un percorso che l’inviato pugliese Pinuccio ha ribattezzato come “spazzaturistico”.

Un’amara riflessione sull’inciviltà, ironia pungente su “moderne opere d’arte -commenta l’inviato- pronte ad essere sfoggiate davanti agli occhi dei turisti” ma fatte di ferro, amianto, piastrelle e buste di rifiuti. Ad essere chiamati in causa poi i comuni di Lecce, Novoli e Trepuzzi sotto la cui giurisdizione ricade il tratto in questione.

Ad intervenire in risposta oggi, non essendogli stata data questa possibilità dalla redazione di Antonio Ricci -specifica- è il primo cittadino di Trepuzzi Giuseppe Taurino, al quale lil fatto che il proprio paese venga associato a queste vicende non è andato giù e ci spiega per quali motivi:

Io sono convita che in questo momento ci sia una regia che tenda a far apparire il Comune di Trepuzzi come la discarica dei rifiuti di tutto il Salento -spiega Taurino- e questo non corrisponde assolutamente alla realtà. Non siamo un’isola felice, purtroppo anche noi abbiamo problemi di scempio tra le strade provinciali e principali, però prendere proprio quel tratto di strada che riguarda solo marginalmente la mia comunità è evidentemente una speculazione di carattere giornalistico, perchè il grosso di quella strada riguarda Novoli e Lecce, non riguarda certamente Trepuzzi. E’ un’azione mirata a creare disordine, questo lo dico senza mezzi termini -prosegue il Sindaco- e anzi preannuncio un mio esposto in Procura rispetto ai fatti che sto denunciando in televisione, perchè metterò al corrente gli inquirenti di alcune situazioni anomale che si stanno verificando sul territorio di Trepuzzi e delle zone limitrofe”. 

Parole e accuse dure che, a tempo debito e con le dovute indagini prelimiari -specifica- arriveranno quindi in Procura. Intanto, in merito all’emergenza il Sindaco rassicura la cittadinanza, illustrando gli interventi in programma:

“Ci stiamo adoperando con le tecnologie più avanzate ed è prevista la presenza di droni che controlleranno e vigileranno sul territorio, oltre ad un’azione di sensibilizzazione della società civile e ad un intervento di bonifica del territorio”.

Intanto il video del servizio in poche ore, a partire dalla messa in onda di mercoledì sera, ha fatto il giro del web con condivisioni e commenti degli stessi cittadini interessati. Tra inciviltà e tentativi di correre ai ripari, certo è che anche sugli schermi nazionali l’immagine di un Salento spazzaturistico non fa certamente piacere.

E.Fio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*