Da domani treni ancora più lumaca: 20 minuti in più da Maglie a Gagliano

SALENTO-Non la metropolitana di superficie e neppure la normalità: per i pendolari delle Fse, i treni saranno ancora di più lumaca. Il primo lunedì di ottobre porta con sé i contraccolpi dell’applicazione della circolare, entrata in vigore il 30 settembre, relativa al limite massimo di 50 chilometri orari sulle reti non dotate di Scmt (sistema di controllo marcia treno).

La comunicazione dei nuovi orari stilati da Ferrovie Sud Est conferma quello che si temeva: si allungano inevitabilmente i tempi. E si “spanciano” soprattutto lungo la tratta Maglie-Gagliano del Capo, una delle più frequentate, con 25 corse al giorno tra andata e ritorno. Qui, infatti, i tempi di percorrenza finora pari a 53 minuti tra il capolinea del Basso Salento e la stazione di Maglie si allungano di circa venti minuti, con una media che oscilla tra 1h e 6 minuti e 1h e 10.

Poco meglio va sulla linea Casarano-Gagliano, dove i 33 minuti usuali diventano in media 41.Lungo i 19 chilometri tra Maglie e Otranto, invece, le 18 corse da 26 minuti ciascuna (una buona parte delle quali sostituite con bus) lievitano di poco, fino a 29 minuti.

Sostanzialmente identici, invece, dovrebbero essere i tempi di percorrenza delle 13 corse tra Gallipoli e Casarano.Nessun rinvio, dunque, nell’applicazione della direttiva che serve ad adeguare gli standard di sicurezza. D’altronde, difficilmente avrebbe potuto fare diversamente la Puglia, che ha glio occhi addosso dell’Italia intera, dopo il disastro ferroviario di luglio scorso a Corato.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*