Sigilli in un agriturismo: l’accusa è di gestione illecita di rifiuti speciali

SAN PANCRAZIO- A San Pancrazio Salentino è stata posta sotto sequestro dai carabinieri del Noe di Lecce, un’area di 5mila metri quadrati (dal valore complessivo di circa 30mila euro) all’interno di un agriturismo di proprieta’ di una societa’ leccese. Nella zona, gia’ oggetto di scavo, erano stati illecitamente depositati ingenti quantitativi di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi, costituiti da sansa, inerti provenienti da demolizioni edili, onduline in cemento- amianto, terre e rocce da scavo, plastiche e traversine ferroviarie. Ad essere sottoposto a sequestro preventivo anche uno scarico illecito all’interno della stessa area.

Al termine del controllo, l’amministratore unico della societa’ che gestisce la struttura e’ stato segnalato alla Procura della Repubblica di Brindisi perche’ ritenuto responsabile del reato di gestione illecita di rifiuti speciali, pericolosi e non pericolosi ed attivazione di uno scarico non autorizzato.  

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*