Maltempo e disagi in città. La Commissione Lavori Pubblici propone i “Rain gardens”

LECCE- Il maltempo che in questi giorni si è abbattuto sul Salento ha presto trasformato anche Lecce in un fiume in piena. Allagamenti, disagi, strade chiuse al traffico. Una situazione inattesa e che è sfuggita di mano, da qui la decisione di trovare soluzioni valide per far fronte al maltempo, magari con i “RAIN GARDENS”. Questa è la proposta fatta dal Presidente della Commissione Lavori Pubblici di Palazzo Carafa Gianpaolo Scorrano.

Dopo aver deciso, in accordo con l’assessorato all’ ambiente e ai lavori pubblici, di incentivare gli interventi ordinari e e gli interventi straordinari già a partire dall’allerta arancione, è giunta la proposta ecosostenibile: istituire in città i “RAIN GARDENS”, ossia i “giardini della pioggia”.

Si tratta di un progetto già conosciuto a livello Mondiale, ma se troverà risposta, sarà Lecce la prima in Italia a dargli luce. I “RAIN GARDENS”, si presentano come delle aiuole e servono a gestire e controllare le grandi quantità d’acqua piovana. Di fatti, proprio come il terreno di una foresta trattiene l’acqua e gli permette di penetrare lentamente nel suolo, così un Rain garden conserva e filtra l’acqua piovana consegnandola all’impianto fognario in maniera meno inquinata, meno veloce e con un flusso costante. In questo modo si limita il fenomeno dell’allagamento stradale e si riduce del 30% la concentrazione di agenti inquinanti nel sistema idrico ricettore.

E.P.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*