In 75 su un veliero, 4 migranti finiscono in ospedale. Sbarchi a Leuca e Brindisi

LEUCA/BRINDISI-Bloccato nel Canale di Otranto l’ennesimo veliero con a bordo 75 migranti. Il natante, diretto verso le coste del Salento, è stato intercettato dalle Fiamme Gialle a circa 20 miglia al largo di Santa Maria di Leuca. E’ accaduto alle 23 circa. Insospettiti per gli strani cambi di rotta, i finanzieri hanno deciso di effettuare un controllo più approfondito e una volta giunti a bordo, hanno accertato la presenza di numerosi migranti di nazionalità siriana, pakistana, iraniana e afgana, (44 uomini, 19 donne e 12 bambini): 19 sono stati condotti presso la masseria Germi di Survo, 52 nel centro di prima accoglienza Don Tonino Bello e 4 sono stati invece ricoverati all’ospedale di Scorrano per ipotermia.
Il loro viaggio durava da 5 giorni e, stando a quanto accertato, tutti avrebbero pagato dai 5000 ai 6000 dollari a persona. L’imbarcazione, partita probabilmente dalla Turchia e battente bandiera americana, è stata sottoposta a sequestro.foto-01

Sempre nelle ultime ore, sono giunti altri 391 migranti al molo di Sant’Apollinare di brindisi. Viaggiavano a bordo di un guardapesca ‘Aquarius’. Si tratta di 292 uomini e 99 donne (cinque delle quali in stato di gravidanza e una malata), e di questi 154 sono minori,molti dei quali non accompagnati. C’è anche un bimbo nato due giorni fa proprio durante le operazioni di soccorso nel Canale di Sicilia, che è in buona salute così come un altro neonato di due mesi. Il Comune di Brindisi ha messo in moto la consueta macchina di accoglienza, mentre i poliziotti dell’ufficio Immigrazione si occupano di identificare le persone a bordo e dello smistamento degli stessi in varie strutture di Veneto, Lombardia, Toscana, Piemonte ed Emilia Romagna.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*