Brindisi accoglie oltre 700 migranti: tra le vittime una ragazza incinta

BRINDISI- Nuovo sbarco nel Salento. E’ il porto Sant’Apollinare di Brindisi ad accogliere la nave idrografica inglese Enterprise con a bordo 712 persone, di cui 490 uomini e una quarantina di minorenni, nonché due salme, una delle quali appartenente a una donna di 28 anni, incinta. 
Inizialmente i migranti sarebbero dovuti giungere presso il porto siciliano di Pozzallo ma, a causa della mancanza di posti per l’accoglienza, in quanto la struttura siciliana è già al collasso, è stato deciso come destinazione il capoluogo Messapico.

La prefettura brindisina così è stata ancora volta chiamata in prima linea sul fronte organizzativo. Lungo il molo di Sant’Apollinare sono state allestite alcune tende per la primissima accoglienza e per dare un riparo di qualche ora ai migranti, prima di essere smistati in strutture di altre regioni vicine. A terra, tutti hanno avuto a disposizione non solo cibo ed alcuni capi di abbigliamento ma anche assistenza sanitaria e farmacologica.

Sul posto è giunta anche la sindaca Angela Carluccio che ha parlato personalmente con gli uomini della Protezione civile comunale, coordinati dal dirigente Fabio Lacinio, e con le addette dei Servizi sociali che si occuperanno in particolare di assistere i minorenni non accompagnati che dovrebbero essere trasferiti presso qualche centro messo a disposizione dal Comune o dalla stessa Prefettura.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*