Tra luoghi e cultura, si alza il sipario sui “Teatri della Cupa”

LECCE- Arte, cultura e promozione. Dal 2 all’11 settembre torna il festival del teatro. Si tratta di un progetto mirato alla promozione del territorio, al tentativo di fare rete tra le istituzioni e che vede coinvolti i Comuni di Novoli, Campi Salentina e Trepuzzi, che quest’anno si aggiunge come terzo palcoscenico con il bellissimo Monastero di Sant’Elia.

E’ tutto pronto. La seconda edizione de “I Teatri della Cupa” (festival nato dalla residenza artistica delle due compagnie, Factory e Principio Attivo, e con il sostegno di Unione Europea e Regione Puglia, Teatro Pubblico Pugliese, Unione dei Comuni del Nord Salento e Gal Valle della Cupa), coinvolgerà la comunità raccontandola, tra i tanti tesori che questo territorio offre. Sul palco si alterneranno compagnie internazionali con uno sguardo attento alle produzioni regionali. Si spazierà dalla prosa al circo contemporaneo, dal cibo alla musica con un omaggio anche al maestro Carmelo Bene

Ma non solo: Fibre Parallele abiterà una sala del palazzo Baronale, i Coltivatori di Musica di Belmonte coinvolgeranno i cittadini che li ospiteranno nelle proprie case per cucinare gli gnocchi e il sugo per la loro performance gastrofonica. E ancora, Ippolito Chiarello, che porterà in anteprima il nuovo studio “Heroes” dedicato ai miti musicali nella sua collaudata formula del barbonaggio teatrale. Ci sarà spazio per tutti. Da grandi a piccini. Il teatro spazierà tra i luoghi più suggestivi del territorio, riscoprendo radici e tradizioni in un fulcro di magia ed emozioni.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*