Spesa farmaceutica fuori controllo. La Regione dispone verifiche ogni tre mesi

La giunta regionale individua i medicinali che portano la spesa alle stelle: al via nuove linee di indirizzo per contenere i costi terapeutici. Disposte verifiche ogni tre mesi.

BARI- Dopo l’aut aut del Ministero, la giunta regionale ha dato il via libera alle linee di indirizzo per contenere la spesa farmaceutica. Tre le azioni individuate: potenziamento e qualificazione delle funzioni di controllo dei competenti servizi delle Asl, la definizione di un set di indicatori di consumo gradualizzati e facilmente verificabili che consenta di elaborare un report  trimestrale che riporti i valori attesi degli indicatori; e infine sensibilizzazione e responsabilizzazione dei medici di medicina generale.

A pesare sono soprattutto gli antibiotici e gli anti ipertensivi. Ma, come già anticipato nelle scorse settimane, la giunta ha individuato nome per nome i medicinali che causano lo splafonamento della spesa.

Nelle prossime settimane sarà convocato un incontro con sindacati e ordini dei medici per arrivare ad una soluzione che, come spiegò il governator Emiliano,  possa evitare la seglazione alla corte dei conti.