Le Fiamme Gialle interrompono la festa sul mare, sigilli al chiosco “Km 0”

NARDO’-  Un happy hour abusivo sugli scogli tra le Quattro Colonne e la Montagna Spaccata, nel territorio di Nardò. Circa 250 persone che si godevano il tramonto con un bicchiere in mano ascoltando musica, sono state costrette ad andar via, perché lì non ci sarebbero dovute stare. Una festa interrotta dal blitz dei finanzieri della compagnia di Gallipoli intorno alle 20 di domenica.
Ciò che è balzato subito agli occhi è stata la presenza di molti giovani sulla scogliera. Il chiosco vendeva anche alcolici, ma il luogo era molto pericoloso: rocce a picco sul mare e ragazzi affacciati di sotto. Niente di più facile che qualcuno, magari un po’ alticcio, secondo quanto riferito dalle Fiamme Gialle, si facesse davvero male.

Ad un controllo amministrativo le autorizzazioni, anche per la pericolosità dei luoghi, non sono risultate in regola. Il proprietario, un giovane di Nardò, non avrebbe potuto organizzare feste non avendo le autorizzazioni di pubblica sicurezza né l’autorizzazione della commissione provinciale. Invece la musica c’era e c’erano anche i dj. Per questo ha rimediato una denuncia. Il chiosco e tutta l’area intorno, circa 1000 metri quadri sono stati sequestrati. Sigilli anche all’impianto di amplificazione e persino all’incasso : 1 200 euro circa.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*