MPS, il giudice reintegra dipendente passata a Fruendo

LECCE-  Dopo diverse sentenze favorevoli in altri tribunali d’Italia anche un giudice leccese ha dato ragione ad un’ex dipendente della Banca Monte dei Paschi di Siena trasferita, come gli altri a Fruendo accogliendo il ricorso contro la cessione del ramo d’azienda avvenuta il primo gennaio 2014 da parte della Banca Monte dei Paschi.
Fruendo, è nata nel gennaio del 2014 dalla cessione del ramo back office di Monte Paschi, un’operazione che ha coinvolto 1085 dipendenti ceduti con le attività, quelli di Lecce sono a 179 .

Sulla scorta delle precedenti sentenze, anche il giudice del lavoro leccese Mario Benfatto ha emesso la sentenza sulla causa civile di una dipendente contro la Monte dei Paschi e la stessa Fruendo: il ramo ceduto da Mps, si legge nelle motivazioni, non era preesistente né autonomo, requisiti essenziali questi per procedere alla cessione dei lavoratori.

Il ricorso è quindi fondato il giudice ha dichiarato che il trasferimento della dipendente, in questo caso un’impiegata, senza soluzione di continuità a Fruendo è nullo stabilendo il ripristino del precedente rapporto di lavoro. Una vittoria leccese per i lavoratori che hanno intrapreso un’azione giudiziaria contro l’esternalizzazione delle attività di back office alla joint venture Fruendo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*