Tac rotte, è emergenza nel Sud Salento. Melli: “Torneranno a funzionare venerdì”

QuattroStelle

SCORRANO/TRICASE- Due tac rotte negli ospedali di Scorrano e di Tricase ed è emergenza in tutto il Sud Salento. A Tricase per la verità si tratta di un’angiotac , macchinario che usa i mezzi di contrasto per il controllo dei vasi sanguigni ed è quindi importantissima per traumi e politraumi.
Sono ferme da qualche giorno e la situazione rischia di mandare in tilt il basso salento dal punto di vista dei soccorsi.  Significa che la centrale operativa dei 118 è costretta a barcamenarsi e a trasportare eventuali feriti solo negli ospedali di Gallipoli, Lecce e Copertino.

Un’emergenza che ha rischiato di aggravarsi dal momento che un’altra tac, quella dell’ospedale di Casarano, si sarebbe dovuta fermare per una manutenzione, così come comunicato ufficialmente di prima mattina. Uno stop che è stato scongiurato per evitare che la situazione diventasse critica proprio dal primario del 118 Maurizio Scardia. La manutenzione va rimandata.

Tre macchinari così importanti fermi contemporaneamente nella stessa zona sono un problema soprattutto d’estate, con l’arrivo dei turisti, e l’aumento degli incidenti in strada e anche in mare.  Una situazione che non può durare a lungo e che va risolta al più presto.

Intanto la Asl di Lecce ha attivato, di concerto con il 118 il percorso alternativo da far seguire alle ambulanze nel caso di emergenze. Lo dichiara il direttore dell’Asl Silvana Melli. Purtroppo sia a Tricase che a scorrano si sono rotti dei pezzi del macchinario che devono essere sostituiti, e questo, si spera, avverrà tra due giorni.Entro venerdì, rassicura il direttore generale, la situazione tornerà alla normalità

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*