Lecce, attesi altri arrivi: Ciancio, si valutano Vitofrancesco e Giosa

LECCE- Tra una settimana partirà la nuova stagione del Lecce calcio. La quinta in Lega Pro, che tornerà a chiamarsi Serie C, ma il prodotto non cambia. Sarà un campionato difficile, con alcune squadre che lotteranno per la promozione, altre che correranno per le posizioni play off: dalla prossima stagione al tavolo degli spareggi siederanno più squadre grazie alla nuova formula. La società giallorossa ha avviato una campagna acquista che mira a ringiovanire la rosa.
Da venerdì scorso il Lecce non ha più sotto contratto Davide Moscardelli, ad esempio. L’attaccant, 36 anni, aveva chiuso a maggio la seconda stagione consecutiva con il Lecce, che non ha inteso più, per il momento, discutere con l’attaccante un eventuale rinnovo. Il direttore sportivo Mauro Meluso sta seguendo un nuovo indirizzo, cioè quello di affidare al tecnico Padalino una rosa con un’età media più bassa rispetto al recentissimo passato. Così, per l’attacco, si è pensato di puntare a Sasà Caturano, per il quale il Bari deve ancora dare il nulla osta per il rinnovo del prestito. Il Lecce ha comunque in mano il consenso del giocatore. Per il ruolo serve almeno un’altra alternativa e Meluso ci sta lavorando dopo aver incassato il no di Torregrossa di proprietà del Verona. Il reparto conta, adesso, su Doumbia, ma il francese avrebbe le valigie pronte.

Sulle sue tracce ci sarebbero anche club di B. Sembra calda la pista che porta a Vutov, promettente attaccante di proprietà dell’Udinese che Meluso ha seguito da vicino a Cosenza. E sempre per il tridente offensivo il Lecce sta pensando ad un rinnovo per Surraco, l’uruguaiano che inizialmente sembrava non rientrasse nei piani di Padalino.

Il nuovo tecnico giallorosso valuterà anche il rientrante Mattia Persano, 19 anni, resuce dalle esperienze con le formazioni Primavera di Napoli e Bologna: 10 gol con i partenopei nella stagione 2014-2015, 2 con i felsinei nel passato campionato.

A centrocampo si sono registrati due arrivi: quelli di Arrigoni e Fiordilino, entrambi compagni di squadra a Cosenza. Dalla prossima settimana si ritroveranno a vivere la nuova avventura in giallorosso. Sono giorni decisivi per il futuro di Papini, il cui contratto scade tra un anno. Se non succederà nulla Papini partirà in ritiro con il Lecce in attesa che dal mercato arrivi qualche proposta interessante per lui. Discorso diverso per Salvi, al quale è molto vicina la Juve Stabia. L’accordo con il calciatore sembra ormai definito. Manca quello con il Lecce che è proprietario del cartellino del centrocampista romano fino al 30 giugno 2017. Anche per il reparto mediano Padalino seguirà con attenzione un altro giovane rientrato dall’esperienza con il Foligno: Gianmarco Monaco, che aveva lasciato il Lecce durante l’ultima sessione invernale.

Particolarmente attivo il direttore sportivo per il settore arretrato dove al momento si registra l’ingresso ufficiale solo di Contessa reduce dall’esperienza con la Juve Stabia. Contessa giocherà come terzino sinistro. In difesa è in attesa d ufficializzazione l’ingaggio di Ciancio, laterale che si è promesso al Lecce. A Cosenza ha giocato prevalentemente a sinistra, ma i suo piede è il destro. Per quella corsia la società giallorossa sta pressando per avere Vitofrancesco, in forza all’Alessandria. Il calciatore sembra favorevole ad un trasferimento in giallorosso. In rosa, come centrale difensivi, ci sono attualmente Cosenza, Camisa e il rientrante Vinetot. Per rinforzare il reparto difensivo il Lecce sta pensando pure a Giosa, 32 anni, centrale difensivo mancino, 24 presenze e 2 gol nell’ultima stagione di serie B con il Como. Dovesse arrivare si giocherà il posto con Vinetot. Il francese rientra pure con un contratto oneroso per la società leccese.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*