Referendum Ztl, il Comitato “Decidi tu!” sospetta ostruzionismo del sindaco

LECCE-  “Abbiamo il fondato sospetto che sia in atto un tentativo di boicottare il Referendum proposto da noi, impedendo l’abbinamento con il referendum costituzionale di ottobre”. E’ il pensiero del comitato “Decidi tu!”, che ha proposto, raccogliendo in poco tempo 3.348 firme, il referendum per chiedere di estendere la zona a traffico limitato a Lecce 24 ore su 24. “Un’autorità istituzionale, quale è il Sindaco d Lecce, di fronte alla richiesta sottoscritta dal 5% dell’elettorato della usa città, dovrebbe avere il dovere di favorire la partecipazione democratica alla consultazione e, cosa non secondaria, cercare di risparmiare 200.000 euro dei soldi pubblici e questo può essere ottenuto con l’abbinamento al referendum di ottobre” -spiegano dal comitato-  “L’interpretazione che viene data dello statuto comunale, che vieta l’abbinamento con ‘operazioni elettorali’, è giuridicamente scorretta. E’ un’interpretazione motivata perciò dalla paura che la volontà democratica dei propri cittadini smentisca la politica sulla mobilità perseguita da questa amministrazione, confidando nel non raggiungimento del quorum”.

“Si chieda perciò un parere giuridico autorevole, si porti la questione in Consiglio Comunale, che è lo stesso che ha approvato lo statuto nel marzo 2014, ma intanto si faccia presto, si mettano in atto tutte le procedure che possono consentire l’abbinamento”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*