Consorzi di bonifica in protesta: “Ci definiscono carrozzoni e noi lavoriamo gratis”

LECCE- Mesi di stipendio arretrati e nessuna certezza per il futuro. I lavoratori dei consorzi di bonifica di Arneo e Ugento li foggi hanno manifestato davanti alla prefettura perché stanchi di una situazione che li accomuna e che si trascina da anni: la legge di riordino dei consorzi di bonifica è ferma in regione e questo impedisce lo sblocco di importanti somme già stanziate, 8 milioni di euro.

Lavoratori ormai esasperati, denunciano i rappresentanti sindacali che ha portato alla proclamazione per oggi della giornata di sciopero e del sit in. “Siamo stanchi, dicono i rappresentanti, di sentir parlare di consorzi di bonifica come carrozzoni. Il nostro lavoro è richiesto da tutti i comuni”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*