Un premio per la migliore start-up in nome di Lorenzo

LECCE- Un Premio in memoria di Lorenzo Toma,  il 19enne deceduto lo scorso agosto davanti a una discoteca di Santa Cesarea Terme per un arresto cardiaco. Si è svolta oggi presso l’istituto “Galilei-Costa” di Lecce la premiazione della migliore start-up  ideata e condotta dai giovani alunni della scuola salentina. “Lui era molto affascinato dal web e dalle start up”, racconta la mamma di Lorenzo. Da qui la decisione di mandare avanti il suo sogno attraverso gli altri ragazzi, nella stessa scuola dove Lorenzo si era diplomato. 15 i progetti in gara: Netropolitana (quattro studenti di 5° anno); Lavori in Corso (cinque di 5° anno); SKS (quattro di 5° anno); SparpaPacco (due di 5° anno); Smart Siti (due di 5° anno più due neodiplomati); EnJoy Traduzioni (studentessa di 5° anno); Island of Host(studente di 5° anno); Salentour 4 Fun (intera classe di 5° anno); MasterProf (classe di 4° anno); Eventi X(classe di 3° anno); UGIT – U Give I Take (quattro di 3° anno);The S Land (classe di 2° anno); MaBasta(classe di 1° anno); Rapolution (classe di 1° anno); Frisedda Salentina (classe di 1° anno).

Oltre a conservare una sue traccia, il senso del Premio Lorenzo Toma è quello di dare ai giovani la possibilità di realizzare con entusiasmo il proprio progetto, il proprio sogno. Inoltre il Premio durerà 7 anni e consiste in una donazione annuale di 500 euro alla migliore start-up  che verrà investita direttamente nel progetto.

Ricordiamo inoltre la battaglia di mamma Carla, attraverso una Petizione online per rendere obbligatoria la presenza di un defibrillatore nei luoghi pubblici e affollati, al fine di garantire a tutti un sano e sicuro divertimento, e quindi evitare lo stessa tragedia che invece è toccata a Lorenzo. Una battaglia oggi che trova risposta nella firma del protocollo per l’estate sicura di Gallipoli, con il ministro Alfano, dedicata al 19enne scomparso prematuramente.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*