Piattaforma in mare, area sotto sequestro: 4 indagati

DISO- Sottoposta a sequestro, dai finanzieri della tenenza di Tricase, un tratto di costa della marina di Diso. Bloccati i lavori per la creazione di una piattaforma che dalla costa dovrebbe raggiungere il mare, una barriera contro l’erosione costiera realizzata dal comune per rendere fruibile la zona “arenosa”. I sigilli sono scattati dopo le indagini, partite nelle scorse settimane. Ora si dovrà stabilire se sia stato seguito l’iter autorizzativo e se i lavori fossero effettuati a norma. L’ipotesi di reato è quella di abuso edilizio, gli indagati sono quattro.

Alessandro Arseni, 64 anni, di Diso, responsabile dell’ufficio Tecnico comunale; Vito Antonio Morello, 48 anni, legale rappresentante dell’ impresa che si è aggiudicata l’appalto dei lavori ; Primo Stasi, 59 anni, di Lecce, progettista e direttore dei lavori; Cosimo Minonne, 40 anni, di Diso, componente della direzione lavori.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*