Acqua case popolari, Rotundo: “Niente bonus idrico. Inquilini beffati due volte”

QuattroStelle

LECCE- “L’autorità per l’energia elettrica, il gas e l’acqua ha stabilito tariffe agevolate per le famiglie meno abbienti, ma gli inquilini delle case popolari pur avendo pieno  diritto  non hanno potuto usufruire del bonus idrico per gli anni 2012-13-14, ed anzi sono stati beffati due volte perché hanno subito in molti casi anche il taglio dell’acqua”.  La denuncia è del consigliere comunale del Pd di Lecce Antonio Rotundo.
Le modalità per poter avere accesso al bonus idrico prevedono tale possibilità per tutti i cittadini che beneficiano  del bonus elettrico e che sono intestatari di un’utenza idrica domestica o risiedono in un condominio, ma che non siano  morosi nei pagamenti. nei condomìni dei fabbricati popolari l’utenza è unica e gli inquilini in regola,  seppur aventi diritto perché in stato di disagio socioeconomico, non hanno potuto usufruire dell’agevolazione a causa della morosità delle fatture intestate ad all’unica utenza. “Ritengo  che occorra individuare  adeguate soluzioni per consentire ai residenti degli alloggi popolari in regola con i pagamenti  di poter fruire del diritto di avere il bonus idrico”.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*