“Tenete i sacchetti in casa”: discarica chiusa e immondizia in città. Il Sindaco di Cavallino: “Ritardi inaccettabili”

LECCE – I cassonetti saturi e traboccanti di riufiuti che in questi giorni non passano inosservati per le strade di molti comuni del salento stanno creando un vespaio di polemiche. A Lecce la situazione peggiora di ora in ora, mentre a Cavallino la popolazione è in allarme per il prospettato via libera, da qualcuno, all’ampliamento della discarica, che viene smentito dal sindaco Michele Lombardi e dall’assessore all’ambiente Gaetano Gorgoni.

La conferenza dei servizi preliminare convocata per lunedì mattina riguarda il progetto di ammodernamento tecnologico della piattaforma di località Guarini, intervento che è ormai impellente alla luce dell’emergenza e perché, sottolineano sindaco e vice sindaco, si rischia di perdere i finanziamenti già stanziati dalla Regione Puglia.

Ritardi causati da atteggiamenti ostruzionistici e dalla sistematica incapacità degli apparati burocratici di rispettare le tempistiche di programmazione e realizzazione delle infrastrutture impiantistiche è la causa prima che conduce alle crisi emergenziali. Il ciclo di gestione dei rifiuti è come una catena posta in tensione: se salta un solo anello, salta tutto il sistema.

Il progetto da esaminare mira alla trasformazione dell’attuale impianto di trattamento meccanico-biologico per RSU di località Guarini in un impianto tecnologico altamente innovativo, in grado di massimizzare il recupero delle materie prime dai rifiuti e di ridurre al minimo i sovvalli da smaltire in discarica.

Ed è proprio la chiusura della discarica di Cavallino, ormai satura, ad aver determinato il caos. I rifiuti indifferenziati di 27 comuni salentini, dirottati a Statte sono bloccati. La discarica tarantina gestita da Cisa è stata fermata venerdi per le analisi periodiche e i sacchetti rimangono per strada. Anche i camion sono colmi, e rimarranno fermi. Per questo l’assessore leccese Andrea Guido ha chiesto ai cittadini di tenere i rifiuti in casa sino a quando la situazione non si sbloccherà. Secondo l’Oga, la discarica di Statte lunedì dovrebbe riaprire.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*