Vitali:”Inutile incontrare Fitto, vadano per la loro strada. Per Gallipoli Barba o un suo candidato”

LECCE- Dopo la rissa per le scorse regionali sembra naufragare, anche per queste amministrative, la pace tra Forza Italia ed i Conservatori e Riformisti. Il tavolo del centro destra unitario, riunitosi più volta a Bari, non è più il trait d’un in per le elezioni di Giugno. Andato in fumo anche un tentativo d’incontro romano tra Luigi Vitali e Raffaele Fitto, per il primo la motivazione è la scelta di Cor fatta per i Comuni di Brindisi, Palo del Colle e Gallipoli, per i fittiani la posizione attraverso comunicato stampa di critica verso loro a firma proprio del coordinatore regionale berlusconiano. Un dato è certo: nella corsa per le prossime amministrative dei Comuni più significativi di Puglia fittiani ed azzurri ancora divisi. Per Vitali determinante il caso di Brindisi con l’accordo tra i conservatori ed il partito di Ferrarese tanto da indurre Forza Italia, Noi con Salvini e Fratelli d’Italia a cercare un nome moderato della società civile per non dettare un ordine tra partiti ma, se questo non uscirà , i berlusconiani presenteranno al tavolo della coalizione quello più accreditato dell’avvocato Ernestina Sicilia.

Per Gallipoli tutta un’altra storia. Per il coordinatore regionale azzurro il tentativo del deputato Marti di far passare un accordo unitario come se Perruccio fosse di Forza Italia non poteva reggere tanto da indurre l’ex parlamentare Barba a lasciare i fittiani ed aderire, 10 giorni fa, ufficialmente ai berlusconiani. Per Luigi Vitali non si vince se non si passa da lui ed aggiunge: ” sarà lui a dirci chi candidare e tutto il mio partito accetterà la sua decisione con la speranza che il nostro candidato Sindaco possa essere lui stesso od il nipote Antonio” come dire : Forza Italia a Gallipoli è solo lui, va bene chiunque ma se fosse uno della famiglia Barba sarebbe il massimo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*