B&b travestito da fondazione no profit: denunciata la titolare

LECCE-  Doveva essere una fondazione no-profit invece era un b&b abusivo posto in un appartamento nel centro Gallipoli, con tanto di sito internet.

Gli agenti di polizia del commissariato di Gallipoli hanno denunciato a piede libero una donna Nardò, presidente di una associazione no-profit, per la violazione di un articolo del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e della legge regionale 7 agosto 2013, n. 27, con conseguente applicazione della sanzione amministrativa di € 3.333,00.

I titolari, coniugi residenti a Nardò ma con interessi commerciali a Gallipoli, con la scusa di essere una associazione no-profit, esercitavano di fatto un’attività paralberghiera, b&b, non ad uso esclusivo dei soci, bensì usufruibile da qualsiasi altra utenza. Al momento del controllo nella struttura erano presenti due clienti. Sono in corso ulteriori controlli amministrativi con l’approssimarsi della stagione estiva, al fine di evitare spiacevoli sorprese ai turisti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*