Università, archiviata querela di Laforgia contro docenti e giornalisti

LECCE-Archiviata l’inchiesta avviata dopo le denunce presentate dall’ex rettore dell’Università del Salento, Domenico Laforgia, contro tre docenti dell’Ateneo, due sindacalisti e due giornalisti per diffamazione, ricettazione e rivelazione di segreti d’ufficio. L’ordinanza è firmata dal gip Carlo Cazzella, che ha accolto la richiesta di archiviazione del pm. Il procedimento si inserisce nel filone delle inchieste giudiziarie relative all’epoca Laforgia e al presunto conflitto di interessi del rettore nella vicenda dei brevetti , in cui risultava coinvolta una società da lui fondata e amministrata dal figlio. Stando all’esposto di Laforgia, riportato dal gip, quelle indagini scaturirono da “un’astuta e perversa trama ordita da acerrimi rivali , sostanzialmente invidiosi della leadership del rettore e della sua politica ferrea e intransigente”, attaccata attraverso “accusa calunniose e atti di manifesta diffamazione, al fine di esautorarlo e costringerlo alle dimissioni”.

Per il gip, non c’è sostanza nella denuncia. Il procedimetno era stato disposto a carico dei docenti Vincenzo Tondi Della Mura, Pierluigi Portaluri e Luigi Melica, dei sindacalisti Tiziano Margiotta e Manfredi De Pascalis e dei giornalisti Tonio Tondo e Danilo Lupo, quest’ultimo accusato per le inchieste svolte nell’ambito della trasmissione d’inchiesta L’Indiano di Telerama.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*