Alba Service, preso l’impegno: ritiro licenziamenti

LECCE- Ritiro delle procedure di licenziamento e ripresa dell’attività da parte di Alba Service. Spiraglio di luce per i 130 dipendenti in bilico oramai da diversi mesi. Dall’ultimo tavolo in Prefettura sono emersi dei punti decisamente integrativi. L’incontro si è svolto in serata: oltre ai rappresentanti dei sindacati, erano presenti il Prefetto Claudio Palomba, l’assessore regionale allo sviluppo Economico Loredana Capone e il Presidente della Provincia Antonio Gabellone.

Il tutto ruota sempre attorno al famoso emendamento della Legge di Stabilità, che entro il 28 febbraio, dovrà devolvere una quota specifica per i servizi di viabilità ed edilizia scolastica.

Una volta compresa la cifra, la Provincia tenendo conto della spesa storica e di quanto  devoluto nell’ultimo triennio ad Alba Service, appronterà le somme necessarie che consentiranno il mantenimento dei servizi e della società stessa. La Regione, dal canto suo, invece, ne stanzierà altre per salvaguardare gli spetti connessi ai servizi sociali.

Quando saranno definite le somme esatte, il Commissario liquidatore, chiarito  un Piano industriale (che  fino al 28 febbraio si cercherà di simulare), dovrebbe sospendere le procedure di licenziamento e avviare una ripresa dell’attività da parte di Alba Service, con i contratti di solidarietà.

Nel frattempo, in attesa  della fatidica data, giovedì prossimo si terrà un nuovo incontro in Prefettura per sottoscrivere “gli impegni presi”. “Da questo Tavolo  -dice Alessandro Monosi FISASCAT Cisl Lecce-si percepisce un’ipotesi  di continuità. Non possiamo essere pessimisti. Da parte nostra c’è un cauto ottimismo”.

E.P.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*