Crescono le Partite Iva, voglia di mettersi in proprio o necessità?

LECCE- Aumentano le aperture di partite Iva in provincia di Lecce. Rispetto al 2014 nel 2015 ce sono 113 in più. È il segno dei tempi cambiano, che il posto fisso diventa ormai un’utopia, e che chi vuole trovare un’occupazione, deve mettersi in proprio. In Provincia di Lecce questo aumento c’è ed è notevole mentre, escludendo solo la provincia di Brindisi, il trend pugliese è negativo. L’Osservatorio economico di Confartigianato Imprese Lecce, diretto da Davide Stasi ha elaborato gli ultimi dati del Dipartimento delle Finanze. Nello studio rientrano le ditte individuali, le società di persone, le società di capitali e le altre forme giuridiche, nonché i liberi professionisti, come avvocati, medici, ingegneri, architetti. Nel corso del 2015, sono state aperte 8.157 posizioni fiscali (contro le 8.044 dell’anno prima), un aumento dell’1,4 per cento. Positivo anche il confronto con il 2013, quando si aprirono 7.378 partite Iva. L’incremento, in questo caso, è di 779 unità, pari al 10,6 per cento.

Un fenomeno che può avere una duplice lettura: aziende in crisi, poche assunzioni e sempre meno contratti, ma anche la volontà di non arrendersi e decidere di fare da sé , rinunciando ai lavori a termine, alle collaborazioni a progetto o occasionali, che infatti diminuiscono.

Solo Brindisi cresce di più di Lecce, con una performance del 21,9 per cento rispetto al 2013. Gli altri territori, invece, registrano valori negativi. Nella provincia di Bari si registra una flessione del 9,4 per cento, mentre il calo generalizzato in Puglia è del -2,4 per cento.

Nel dettaglio si può dire che la stragrande maggioranza delle partite Iva sono state aperte da professionisti o da titolari di ditte individuali. Diminuiscono quelle aperta dai giovani e aumentano quelle per gli anziani.  Per quanto riguarda i settori la maggior parte, riguardano il commercio, all’ingrosso o al dettaglio, seguono l’ agricoltura, silvicoltura e pesca; e poi in ordine attività professionali scientifiche e tecniche, alloggio e ristorazione, costruzioni noleggio, agenzie viaggi, servizi di supporto alle imprese, sanità e assistenza sociale, istruzione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*