Alba Service, il vice ministro Bellanova: “La Provincia anticipi le somme che arriveranno dalla Legge di stabilità”

LECCE- Se è ancora in bilico il futuro occupazionale dei lavoratori di Alba Service, la società partecipata della Provincia di Lecce che si occupa di strade, scuole e servizi sociali, qualcosa sembra muoversi. In queste ore, il vice ministro Teresa Bellanova ed il prefetto Claudio Palomba hanno incontrato i sindacati. L’istanza è chiara, le soluzioni possono essere individuate e sembrerebbero a portata di mano. Nonostante i licenziamenti non possano essere bloccati, in prospettiva però una svolta potrebbe arrivare attraverso le risorse previste da un emendamento della Legge di Stabilità, e che dovrebbero essere stanziate, si spera, entro il 28 febbraio prossimo: 245 milioni di euro da ripartire. Riparto di cui si discuterà mercoledì nella conferenza stato – città, ed entro la prossima settimana nella conferenza Stato – Regioni.

La certezza è che entro la fine del mese il riparto ci sarà. “per questo, ha spiegato la Bellanova, la provincia di Lecce, potrebbe anticipare le somme. Siamo in attesa del bilancio 2014 (così da capire qual è la cifra che l’ente ha destinato, e che però non è stato ancora consegnato”. La procedura di mobilità si potrà trasformare in contratti di solidarietà per i lavoratori, così come è stato fatto anche in altre realtà, per esempio a Taranto.  La trattativa è serrata, e certamente, i prossimi giorni saranno cruciali.

I lavoratori di Alba service saranno in presidio a Palazzo Adorno fino a lunedì 15 febbraio, giorno in cui ci si siederà nuovamente, tutti (anche Provincia e Regione) attorno al tavolo.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*