Assalto armato sulla SS 379: catena chiodate e kalashnikov per bloccare portavalori

FASANO- Avrebbero bloccato la strada con catene chiodate, sparato colpi di kalashnikov e usato fiamme ossidriche per rapinare un furgone portavalori dell’istituto di vigilanza Cosmopol: scene da far west intorno alle 13.30 sulla strada statale 379 per Bari, all’altezza della zona industriale sud di Fasano.
I malviventi sono sopraggiunti a bordo di tre auto (una Ford Focus, un Land Rover fuori strada e una Bmw), sono scesi incappucciati e, di fronte agli occhi increduli degli automobilisti, hanno bloccato il traffico, posizionando la catena chiodata tra il guard rail e lo spartitraffico. Stando alle prime ricostruzioni, avrebbero anche versato olio sull’asfalto.

Un camion messo di traverso sulla carreggiata avrebbe sbarrato la strada al portavalori, le cui portiere sono state aperte con le fiamme ossidriche. Per costringere i vigilantes a scendere, sarebbe anche stato aperto il fuoco.  I rapinatori sono fuggiti via a bordo delle loro vetture, abbandonate subito dopo nei pressi di un cavalcavia situato sulla carreggiata sud. Il bottino dell’assalto è di 3,6 milioni di euro. I soldi erano destinati a Lecce.

Sulle loro tracce ci sono diverse pattuglie dei carabinieri delle compagnie di Fasano e San Vito dei Normanni, i poliziotti del commissariato di Ostuni e agenti della questura di Brindisi. Un elicottero sta pattugliando la zona. Il traffico verso Bari è in tilt.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*