Influenza: sotto l’albero di Natale c’è anche il virus

Secondo l'ultimo bollettino dei medici, le feste natalizie saranno la "culla" ideale per gli agenti infettivi

LECCE – Il sole e le belle temperature stanno piacevolmente riscaldano il Natale dei salentini. Il virus influenzale è, però, in agguato sotto l’albero. Se quest’anno, complici le temperature ancora tiepide, l’influenza stenta a decollare con un’attività virale che resta “ai livelli di base” secondo l’ultimo bollettino dei medici, le feste di Natale saranno la “culla” ideale per gli agenti infettivi.

“Questi giorni di feste e contatti ravvicinati sono l’incubatore migliore per la diffusione della malattia il cui andamento sta confermando, per ora, le previsioni fatte a inizio stagione”, spiega all’AdnKronos Salute Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università degli Studi di Milano, che si attende “un incremento dei casi anche se molto dipenderà dall’andamento termico”. Al momento, comunque, “l’incidenza delle sindromi influenzali rimane quella tipica di inizio stazione”.

C’è, però, un modo per proteggersi. Il primo consiglio è la vaccinazione delle categorie a rischio. E poi “attenzione agli sbalzi di temperatura”, ricorda Pregliasco che suggerisce come di consueto di “vestirsi a strati”. Quanto allo smog, “le ore più critiche sono quelle centrali della giornata. Meglio dunque aerare i locali di mattina e sera“.