Rapina da 40mila euro in casa di due anziane, in manette 4 slavi

MAGLIE/MOTTOLA-Ammanettati dopo indagini e ricerche durate tre mesi i 4 slavi ritenuti gli autori della rapina in casa di due sorelle ultraottantenni di Maglie, chiuse in una stanza il 10 settembre scorso e derubate di 40 mila euro. Tre donne ed un uomo, che in genere faceva da autista, specializzati in furti e rapine. Risiedono a roma ma periodicamente prendevano l’auto e raggiungevano la Puglia, girandola in lungo e in largo sino a quando non individuavano l’obiettivo: appartamenti vuoti da svaligiare o anziani indifesi, come nel caso di Maglie.

Le tre rom erano entrate in casa chiedendo alle due sorelle se avessero bisogno di una badante. Le due sorelle si erano fidate ed avevano aperto la porta. Dopo qualche chiacchera erano state chiuse in una stanza. Le ladre, dopo aver rovistato ovunque, erano fuggite con 40 mila euro in contanti, i risparmi di una vita custoditi in un armadio.

Ad aspettarle fuori Dido Georgie, 39 anni, alla guida di una Meriva. Qualcuno quel giorno notò l’auto sospetta in fuga e annotò il numero di targa. La descrizione fornita dalla povere vittime ha messo sulla buona strada i carabinieri del nucleo operativo della compagnia di maglie agli ordini del comandante Rolando Giusti . I 4 sono stati arrestati mercoledì pomeriggio a Mottola, in provincia di Taranto, il comune scelto per l’ultima incursione.

Oltre a GEORGIEVIC DIDO, sono state arrestate Elisabetta e Michela NIKOLIC e Yelenia FEDERICI. Una era incinta di sette mesi, ma questo non le ha impedito di continuare nella sua attività. La cattura mercoledì sera dopo che l’auto della banda, questa volta una fiat idea, aveva attraversato mezza provincia di bari per poi giungere nel tarantino. Era tutto pronto per l’ennesimo scasso: cacciavite e arnesi, ma sopratutto un mazzo di chiavi tutte di forma diversa, adatte per l’apertura di cassetti, credenze ed armadi.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*