Ecco i nomi dei consiglieri che faranno pagare le multe ai leccesi e non solo…

LECCE- Fummo noi a sollevare il caso dell’assurda pretesa di pagamento, con interessi, delle multe regolarmente onorate entro i cinque giorni dalla notifica. La politica rispose positivamente al nostro allarme ma il consiglio ha adottato una delibera che di fatto salva solo i multati entro il 31 gennaio. Gli altri, sfortunatamente, saranno costretti a perdere soldi. La disputa era, ed è, legata ai cinque giorni entro cui poter fruire dello sconto del 30%. Sino a circolare del Ministero il tempo a disposizione era legato al pagamento ma, successivamente, è stato chiarito che nei cinque giorni doveva avvenire anche la riscossione pur se questo non scritto chiaramente sul verbale elevato.

La nostra ferma posizione ha comunque indotto ad una deliberazione che libera dal nuovo pagamento i cittadini, leccesi, salentini, pugliesi e turisti in vacanza, che hanno subito la contravvenzione entro il 31 gennaio ma condannato tutti gli altri al pagamento degli interessi e del 30% dello sconto risparmiato in prima battuta.

Successivamente è stato presentato un emendamento per allargare la fascia di coloro che , pur pagando entro i famosi cinque giorni, rischiano ancora di dover sborsare interessi e riduzione non riconosciuta. In 10 dicono no alla proroga delle multe ricevute sino al 31 dicembre 2015.

Ecco i nomi di coloro che potrebbero determinare un nuovo costo per le tasche dei salentini e non solo grazie al loro no all’emendamento Foresio-Rotundo, i consiglieri pro multa sono: Alfarano, Cairo, Ciardo, Garrisi, Guerrieri, Inguscio, Monticelli, Pagliaro, Perrone e Tramacere avrebbero invece voluto bonificare le notifiche sino a fine anno i consiglieri Capone, Citraro, Foresio, Leucci, Melica, Rotundo, Salvemini, Signore e Torricelli.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*