Il dolore nelle due comunità: Nardò e Tuglie fermano il Natale fino ai funerali

NARDO’/TUGLIE- Il lutto cittadino è stato dichiarato in entrambe le comunità, affrante dopo la notizia del dramma della strada in cui sono morte 5 persone. A Nardò e Tuglie il Natale si ferma fino a nuovo ordine, fino ai funerali delle vittime.

A Nardò, paese del consigliere regionale Cristian Casili, il sindaco Marcello Risi ha annunciato che saltano le manifestazioni di intrattenimento previste in questa domenica che si è tinta di nero. Si ferma anche il mercatino dell’antiquariato. Lo spettacolo teatrale messo in scena dai ragazzi, quello no, perché sono bambini. Ma si aprirà con un minuto di raccoglimento e da una nota di ricordo e di richiamo ai doveri della sicurezza stradale. Annullate le manifestazioni in piazza Salandra, ed altre misure saranno adottate, mentre sorgono iniziative spontanee di cittadini e associazioni.

A Tuglie, il sindaco Massimo Stamerra piange, insieme a tutta la comunità, i coniugi Muscatello e la signora Minerba: “Siamo costernati dalla tremenda notizia, è così tragica che non ci sono parole. Tuglie è in ginocchio. Si tratta di una famiglia distrutta, una famiglia nota e molto stimata”. Oltre a sospendere ogni attività festosa, il primo cittadino fa spegnere le luminarie e invita l’intera cittadinanza a fare lo stesso con le luci natalizie su balconi e finestre.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*