Rimborso affitti, la Regione sblocca i fondi: 5,7 milioni per le Province salentine

BARI- Le risorse per i rimborsi affitti “saranno nella disponibilità dei Comuni beneficiari nei primi giorni della prossima settimana”. La notizia che interessa migliaia di cittadini di tutte e tre le province salentine è finalmente arrivata. A comunicarla è stato l’assessore regionale al Bilancio, Raffaele Piemontese, che ha annunciato che sono state trasferite ai Comuni le risorse relative ai contributi sui canoni di locazione per l’anno 2013, per un ammontare complessivo di circa 15 milioni di euro.
“Sulla scorta del puntuale lavoro istruttorio delle Politiche abitative – ha detto l’assessore al Bilancio – i nostri uffici hanno dato assoluta priorità a questi trasferimenti che servono a soddisfare il primario bisogno sociale legato alla casa”.

Non sono mancate le polemiche sui tempi, poiché a ridosso del Natale di quei soldi ancora neanche l’ombra e le famiglie ci avevano fatto affidamento. È il motivo per cui in tanti in questi giorni hanno scritto a Telerama per portare il caso all’attenzione delle istituzioni. E così è stato. Che qualcosa non sia andata come avrebbe dovuto lo ammette la stessa Regione: “Sono risorse – ha detto Piemontese – che sono ormai già nella disponibilità dei Comuni, con qualche settimana di ritardo rispetto alla tempistica inizialmente prevista con riferimento alla mancata attuazione delle misure contenute nel decreto enti locali n. 78/2015 che avrebbero consentito di escludere queste spese dai vincoli di finanza pubblica (pareggio di bilancio, ex patto di stabilità interno)”.

Adesso, comprese le premialità erogate sempre dalla Regione e le quote di cofinanziamento dei Comuni, i municipi leccesi si ritroveranno in cassa un totale di 1.660.108 euro. La fetta più grossa spessa al capoluogo, con 459.246 euro, di cui 67mila euro di Palazzo Carafa; poi c’è Gallipoli, con 246.278 euro; è interessato, inoltre, soprattutto l’hinterland di Lecce: Lequile avrà 66mila euro, Cavallino 25294, Lizzanello 26918, Monteroni 38.471, novoli 33.358, Trepuzzi 65.947.

Al Brindisino, invece, sono destinati 1.745.721 euro, quasi la metà dei quali (618mila euro) per la città capoluogo. 201Mila euro spetteranno a Fasano, 193495 euro a Francavilla, 219805 euro a Ostuni, 121mila euro a Mesagne, 130mila a San Vito dei Normanni e 79.631 a San Pietro vernotico.

Nella provincia ionica arriveranno, infine, gli importi maggiori, pari a 2.334.635 euro. 862.296 euro sono destinati a Taranto, 257mila a Grottaglie e 255mila a Martina Franca, mentre Massafra potrà contare su 171mil euro e Manduria su 72.577 euro.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*