Natale, si ricicla l’albero sintetico: nel Salento case già addobbate?

LECCE –  La ricerca dell’albero di Natale ad hoc per la propria casa è già partita nel Salento. O meglio, sono già tante le famiglie che hannò addobbato la loro casa in festa. Sono invece 3,8 milioni le famiglie italiane a caccia dell’albero di Natale vero che sarà addobbato nelle case o nei giardini a partire proprio dal week end dell’Immacolata secondo tradizione. Questo quanto emerge dall’indagine Coldiretti/Ixè dalla quale si evidenzia però che il 65 % degli italiani è però costretto a recuperare dalla cantina il vecchio albero sintetico, una minoranza dovrà sostituirlo mentre sono appena il 10 per cento quelli che rinunciano del tutto all’albero. Le polemiche -sottolinea la Coldiretti- non sembrano dunque aver intaccato una delle tradizioni piùconsolidate degli italiani anche se per il cambiamento degli stili di vita c’è un deciso orientamento a scelte più pratiche.

Una tendenza che -precisa la Coldiretti- condiziona anche l’acquisto dell’albero vero che tende a rimpicciolirsi non solo per questioni economiche ma anche per la facilità di trasporto e del minor numero di metri quadrati disponibili per abitazione. Il risultato è il fatto che negli ultimi dieci anni la dimensione l’albero di Natale si è accorciato in media di quasi mezzo metro ed oggi la maggioranza degli abeti acquistati dagli italiani hanno una altezza inferiore al metro e mezzo ma in molti casi non superano neanche il metro. L’albero di Natale diventa più leggero, maneggevole e trasportabile ma la scelta di alberi più piccoli indica anche una maggiore attenzione degli italiani alla sopravvivenza della pianta oltre il periodo natalizio in quanto -continua la Coldiretti- è più facile da curare e da ricollocare in un luogo adeguato. C’è chi, poi, nei piccoli paesini attorno a Lecce rinuncia proprio all’albero e fa spazio al più simbolico e tradizionale presepe.  

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*