NOVOLI: tre proiettili, una cartuccia e una piccola bara indirizzati al Sindaco e alla sua “compagnia”

NOVOLI (di M.Cassone) – È accaduto venerdì ma è stato mantenuto lo stretto riserbo sull’antipatica vicenda. Novoli si ritrova ancora nel mirino di ignoti e probabili attentatori o soltanto di “burloni” avventati intenti a destabilizzare l’ambiente politico.

Ancora una volta sono finiti nel mirino gli amministratori locali. Ancora una volta è stata ritrovata una busta sospetta. A maggio era indirizzata all’amministrazione uscente del Sindaco Oscar Marzo Vetrugno, in piena campagna elettorale, ora i destinatari sono il neo “Sindaco Gianmaria Greco e compagnia”. Quindi è una minaccia ad ampio spettro perché nel termine “compagnia” è racchiuso un mondo: collaboratori, dipendenti comunali e amministratori tutti.

Nella busta rinvenuta da un impiegato comunale, vicino alla porta laterale del Comune, adagiata sulla bacheca informativa del Gal Valle della Cupa, c’erano tre proiettili, una cartuccia rossa e un portachiavi a forma di bara, con un messaggio scritto col normografo. Sul messaggio nulla è trapelato.

Il Sindaco nel momento del ritrovamento non era a Novoli; avvisato dell’accaduto è rientrato ma non ha aperto la busta ed ha allertato subito i Carabinieri della stazione cittadina. Le indagini ora sono state affidate alla Compagnia di Campi Salentina, guidata dal maggiore Nicola Fasciano.

 

 

 

 

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*