“A fuoco i Cie”, sassi e bombe carta contro la struttura: bloccati 16 anarchici

BRINDISI – Momenti di guerriglia a Brindisi, dove un  gruppo di manifestanti ha raggiunto il Centro di identificazione ed espulsione di Restinco e ha lanciato contro l’ingresso della struttura, che al momento ospita 35 migranti, bombe carta, fumogeni e sassi.Alcuni hanno srotolato uno striscione su cui è scritto ‘A fuoco i Cie’ e indicato un numero di telefono.

Mentre in quattro sono riusciti a far perdere le loro tracce, 16 manifestanti sono stati bloccati dalla Polizia e condotti  in Questura per l’identificazione. Si tratterebbe  di un gruppo di anarchici (11 uomini e 5 donne) quasi tutti provenienti dalla provincia di Lecce. Per loro è scattata una  denuncia a piede libero.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*