Bus Stp sovraccarichi, la protesta di studenti e pendolari

LECCE- Disagi sui bus STP che da Casarano portano a Lecce, con partenza alle 6,45 del mattino. “Si viaggia in piedi, schiacciati, spesso a ridosso delle porte di uscita/ingresso”. Questo quanto denunciano studenti e lavoratori pendolari, documentando con foto la situazione, su dilloatelerama@gmail.com.

“Solo in casi eccezionali si degnano di accordarci un pullman di supporto MA per la sola tratta “San Cesario di Lecce- Galatina” , dopodiché si torna a viaggiare come se fossimo “sardine o sgombri in scatola” ma in piedi. E quel che è peggio -ci scrivono- è che “gli autisti NON hanno margini per poter interagire con gli specchietti e visionare lo stato del traffico e la strada”.

I pendolari denunciano anche ritardi al lavoro di almeno 20 minuti e l’aumento dell’abbonamento mensile che in soli 5 anni da € 54,90 è passato a € 77,40

“Se il servizio fosse puntuale e comodo -dicono i pendolari- saremmo pure contenti di subire gli aumenti sistematici che STP ci applica ma al momento le nostre lamentele non sono ascoltate”…

stp foto

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*