Lecce, Asta spera: “Meno creativi, ma vincenti”

LECCE- Il Lecce attende il Catania, sfide tra potenziali big. Non fosse per la penalizzazione, già cancellata, la squadra siciliana arriverebbe al Via del mare da capolista, a punteggio pieno e con una partita ancora da recuperare.  Ma i numeri, attuali, dicono che gli etnei sono all’ultimo posto, ma viaggiano sulle ali dell’entusiasmo per la partenza lanciatissima in campionato.
I giallorossi devono sfatare il tabù del proprio campo, dove finora non hanno mai vinto avendo perso la prima e pareggiato la seconda, contro la Casertana. Il tecnico del Lecce torna sull’argomento. Scelte, invece, fatte o quasi. Sono due i dubbi dell’allenatore del Lecce e riguardano difesa e attacco.

Nel reparto difensivo Freddi è in dubbio, Cosenza è convocato, in preallarme Gigli. In attacco, Asta scioglierà i dubbi sulle condizioni di Doumbia prima a poche ore dal match. Se non ce la fa Carrozza o Vecsei si contendono una maglia da titolare

Il Lecce, pertanto, potrebbe giocare così: Perucchini in porta; Beduschi, Camisa, Freddi (o Gigli) e Liviero in difesa; De Feudis e Suciu a centrocampo; la linea dei trequartisti oltre che da Lepore e Surraco sarà completata da uno fra Doumbia, Carrozza o Vecsei. La punta sarà Diop.

Arbitrerà la partita Piccinini della sezione di Forlì. Fischio d’inizio alle 17,30

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*