Le Colline joniche incantano il Fortino

BARI- Buon cibo, qualità, artigianato, tradizione e un grande talento artistico. Tutto in un’unica serata, quella organizzata dal Gal Colline Joniche, soprannominate anche Terre in Movimento, all’interno delle Sale del Fortino Sant’Antonio a Bari. Testimonial d’eccezione, il già Premio De Andrè ed oggi finalista al premio Tenco, Antonio Diodato, nelle vesti di ambasciatore della Green Road. Terre in Movimento, un progetto divenuto prodotto turistico, vuole accendere i riflettori sull’evoluzione della nostra tradizione, riqualificando antiche masserie e riprendendo produzioni enogastronomiche importanti.

Nel corso dell’evento scandito da tanti mini-racconti del territorio, spazio anche per ogni perla riscoperta dal lavoro del GAL e da tutta la rete di imprese, associazioni, movimenti. Nel messaggio principale del GAL Colline Joniche si parla di eco-sostenibilità che si declina in progetti reali, prodotti turistici, azioni di sostegno e valore aggiunto per l’economia tarantina. Segnali che arrivano anche dai ceramisti grottagliesi che attraverso il Consorzio provano dinamiche di nuovi mercati, ma anche attraverso la storia di produttori agricoli che diventano punto di riferimento per le colture di melograno.

Entusiasta del progetto e di vestirne i panni da testimonial, Antonio Diodato: “La bellezza che ho ritrovato tra gli artigiani, i produttori, i tanti volenterosi della mia terra d’origine- ha affermato il cantautore-mi fa capire che qui c’è speranza e tanto potenziale. Si può cambiare e lo si può fare partendo da quello che di bello c’è già ed è tanto”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*