Lecce, contro la Casertana due punti persi

Ottica Salomi

LECCE- Al Via del mare appuntamento con la vittoria ancora rimandato, ma questa volta la squadra leccese raccoglie almeno un punto in rimonta. Dopo il vantaggio ospite arrivato per una sfortunata deviazione di Freddi, il Lecce pareggia, prima dell’intervallo grazie ad un gran gol dalla distanza di Surraco. La squadra di Asta ha avuto a disposizione tutto il secondo per inseguire la vittoria, ma la Casertana ha dimostrato che la sua imbattibilità, prima della trasferta leccese, non era dovuta al caso. Quando necessario la formazione rossoblù si è difesa con cinque uomini chiudendo ogni varco alla squadra giallorossa che ha trovato non poche difficoltà per cercare di aprire le maglie difensive della formazione campana. Nella prima frazione di gioco Surraco poco servito dai compagni di squadra è stato spesso fermato con la forza dagli avversari. Un Lecce che nel primo tempo ha tenuto colpevolmente il baricentro basso e si è affidato spesso a lanci lunghi risultati anche imprecisi e favorendo così il gioco difensivo della Casertana.

La squadra di Romaniello in contropiede ha bucato la porta di Perucchini, un’azione che andava interrotta già a centrocampo dove invece ha trovato via libera tra due giallorossi. In ombra Suciu: il rumeno non ha dato propulsione sulla propria corsia, ma Asta lo ha tenuto in campo per tutto l’incontro. Suo il passaggio per Surraco che ha poi siglato il pareggio

Il tecnico del Lecce conferma le intenzioni della vigilia con Carrozza, per l’infortunato Curiale, al fianco di Moscardelli mentre Legittimo sostituisce lo squalificato Liviero.

E’ 4-3-1-2 con Perucchini in porta; Lo Bue, Freddi, Camisa e Legittimo in difesa; Lepore, Papini e, Suciu a centrocampo; Surraco dietro Moscardelli e Carrozza. Dopo neanche un quarto d’ora  Moscardelli esce dal campo per un problema al polpaccio sinistro. La Casertana si fa vedere in area leccese con questo colpo di testa di Diakité, fuori. Il Lecce ha un’occasione con Carrozza, servito dalle retrovie da Lo Bue: il gallipolino riesce a concludere, ma sul primo palo è attento Gragnaniello. I campani provano dalla distanza con Agyei

Al 29’ ci prova Lepore, conclusione da fuori parata in due tempi da Gragnaniello. Al 32’ la Casertana in vantaggio al primo tiro, azione in velocità che parte da lontano, il cross di Mangiacasale trova la deviazione sfortunata di Freddi che spiazza Perucchini, 0-1. La reazione del Lecce dura pochissimi minuti, ma non produce grossi pericoli per la squadra campana, Surraco si allarga anche a destra e dà l’impressione di poter far male, ma al 40’ riceve palla centrale, sul suo binario dove non trova avversari (da non creder) e calcia dalla distanza, una conclusione che s’insacca alla sinistra di Gragnaniello e vale il pareggio del Lecce, 1-1.

Si va al riposo sul risultato di parità e nella ripresa, al 4’, è Freddi a sfiorare il vantaggio di testa sugli sviluppi di una punizione di Legittimo. Al 5’ Doumbia si crea un varco in area e carica il destro, centrale. Al 10′ brividi per la porta giallorossa: cross basso di De Marco e Diakité è in leggero ritardo. Sospiro di sollievo per il Lecce. Dopo la fiammata iniziale i giallorossi sembrano incontrare le difficoltà del primo tempo contro una squadra che si arrocca molto bene davanti alla propria area. Al 28’ dentro Diop per Carrozza. Al 40’ Suciu mette in mezzo per Lepore, il quale in corsa cerca la porta e non la trova per un soffio. Asta toglie Surraco, applauditissimo, inserisce Vécsei. Nella Casertana dopo Negro, subentrato a Mangiacasale, dentro anche Ciotola e Alfageme per De Angelis e Diakité. Finisce 1-1, applausi comunque per il Lecce che sabato prossimo sarà ospite del Martina.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*