Barche nell’Area Protetta di Porto Cesareo: scatta il sequestro

PORTO CESAREO-Controlli a tappeto nell’Area Marina Protetta di Porto Cesareo dove, nonostante i divieti, in molti continuano a pescare e a raggiungere lo specchio d’acqua vicino alla costa a bordo di imbarcazioni.


Nelle scorse ore nuovi sequestri da parte della Polizia Marittima, dal Primo Nucleo Operatori Subacquei di San Benedetto del Tronto, e dagli operatori dell’Area Marina Protetta Porto Cesareo .

Due natanti ormeggiati addirittura in zona di riserva integrale sono stati sequestrati. Le indagini sono supportate dal sistema di Videosorveglianza che consente di monitorare con straordinaria rapidità e dettaglio tutti gli oltre 14 chilometri di riserva marina. Potenti telecamere e sistemi radar da tempo infatti monitorano la costa 24 ore su 24 e grazie ai terminali video, situati presso l’ufficio locale marittimo. Questo consente ai militari di gestire al meglio le attività di controllo, tutela e salvaguardia ambientale, registrando tutti i movimenti sospetti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*