Birra and Sound stappa l’11esimo successo

LEVERANO- Fiumi di bionda e boccali al cielo per brindare con amici, parenti e amicizie improvvisate. Birra and Sound anche quest’anno conferma il suo successo. Dal 3 al 9 agosto, la manifestazione più attesa dell’estate salentina ha fatto il pieno.

Ogni sera un successo colmo di visitatori provenienti da ogni parte d’Italia e non solo. Giovani, famiglie, bambini, ragazzi…Tutti presenti all’appello di Birra and Sound.  Tutte le sere dj set, animazione, divertentismo, giocolieri, acrobati, artisti e band itineranti. E ancora pizzica, concerti e lo staff dei  Salentuosi che per quest’edizione è riuscito a guadagnarsi il premio per la Radio Sale. A riceverlo, direttamente lui, l’ideatore di questo progetto salentino del tutto ambizioso: Fernando Proce, la voce di Rtl 102.5, che è giunto nel Salento direttamente dalla Sardegna, dove attualmente è il resto dello staff della radio più ascoltata d’Italia.

proce

L’11esima edizione di Birra and Sound ha  portato una settimana di tante novità. Ad esempio, le birre in degustazione sono passate da 100 a 200; BIRRARTE invece è stato lo spazio allestito per dare forma e sostanza a momenti di confronto, workshop e dimostrazioni con esperti e mastri birrai che hanno portato i visitatori in giro per i meandri della cultura birraia. E ancora, Beef and Sound e il contest fotografico “Vinci il tuo peso in Birra”.

Spazio anche alla creatività con il body painting dell’artista leveranese Toni Albano che ogni sera ha dato sfogo al suo talento realizzando dipinti di ogni colore e originalità, tra divertimento, risate e lo stupore di tantissimi bambini e non solo che non esitavano a restare a guardarlo da spettatori mentre eseguiva i suoi lavori.

toni birra finale copia

Anche quest’anno Birra and Sound è riuscita a non farsi mancare nulla e la risposta del pubblico è stata positiva: la manifestazione  dell’estate salentina stappa così il suo ennesimo successo.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*